Scheda 05.16 Raccogli imballatrici trainate

 

COSA SI RISCHIA:

  • Ribaltamento o impennamento del mezzo (per errore di manovra; per cedimento del terreno; per errore nel calcolo della zavorra)
  • Contatto con parti in movimento (per carenza di protezioni)
  • Caduta accidentale (salendo o scendendo dal mezzo)
  • Contatto con parti surriscaldate (se non protette)
  • Schiacciamento (per errori o incomprensioni tra operatori nelle fasi di aggancio e sgancio della macchina)
  • Urti, scontri e investimenti (durante il moto)
  • Trascinamento e impigliamento (per contatto con la presa di potenza o con gli organi di trasmissione)
  • Intrappolamento (nella fase di sgolfamento della camera di compressione)
  • Incendio della macchina (derivante da surriscaldamento dovuto al grippaggio dei cuscinetti di sostegno dei rul i compressori)
  • Danni da inalazioni gassose e di polvere (prodotte dal motore della trattrice trainante; per risollevamento di polveri, pollini, ecc.)
  • Danni uditivi (per uso di macchine rumorose)
  • Danni al sistema muscolo-scheletrico (per uso prolungato del mezzo e per vibrazioni oltre i limiti consentiti)

 

INDICAZIONI PRATICHE - OPERATIVE:

 

In caso di necessità di intervento sulla macchina, spegnere il motore, disinserire la chiave e attendere: gli organi in movimento devono essere completamente fermi (potrebbero muoversi a lungo, anche per inerzia).

 

Non avvicinarsi alla camera di compressione; esistono precise manovre per disingolfare la macchina, anche mediante l'utilizzo di appositi utensili che comunque devono essere impiegati a motore spento. Non utilizzare mai per questa operazione braccia o gambe.

 

Mantenersi a distanza dalle parti con ingranaggi scoperti (rischio di rimanere impigliati e trascinati in parti taglienti e con effetto di schiacciamento).

 

La zona delle cinghie deve essere sempre coperta con adeguati carter.

 

Durante i lavori di manutenzione e/o riparazione, fissare con attenzione i dispositivi di blocco dei portelloni.

 

Non accedere all'interno della camera di compressione della rotopressa, al di sotto del portellone di scarico alzato, senza avere inserito le barre di blocco alle cerniere.

 

Non sostare in prossimità della zona di scarico delle balle cilindriche.

 

Evitare di scaricare le balle cilindriche su terreni in pendenza (potrebbero rotolare); eventualmente girarle sul lato piatto.

 

ULTERIORI INDICAZIONI E RACCOMANDAZIONI

  • Verificare la compatibilità con le trattrici.
  • Prestare particolare attenzione agli azionamenti manuali di parti della macchina.
  • Installare, se non previste, le barre distanziatrici di protezione in prossimità della bocca di alimentazione degli infaldatori.
  • Installare, se non previsto, un dispositivo di sicurezza "disaccoppiatore" in grado di bloccare velocemente il funzionamento della macchina in caso di intrappolamento dell'operatore.
  • Nelle imballatrici a balle prismatiche installare, se non previste, le protezioni degli organi infaldatori, degli organi legatori e del braccio di supporto aghi.
  • Installare, se non prevista, la barra anteriore distanziatrice del rul o raccoglitore e apertura di carico degli infaldatori (barra rigida a 30 cm dall'organo e a 70 - 100 cm da terra).
  • I comandi azionabili dal posto di manovra della trattrice devono essere elettronici.
  • La macchina deve essere dotata di cunei di blocco, da impiegare durante la fase di attacco, per evitare il ribaltamento o lo spostamento accidentale.
  • L'occhione di traino deve essere di tipo snodato.
  • Se l'altezza delle zone di servizio accessibili sono dislocate ad altezze superiori di 1,5 mm, devono essere dotate di piattaforme e di scalette con piattaforme.
  • Le piattaforme di servizio, col ocate ad una altezza maggiore di 15 m, devono essere dotate di parapetto "normale".
  • Tenere a disposizione un estintore a bordo della macchina o della trattrice traente.
Immagine di prova

Pericolo di intrappolamento e trascinamento

 

Immagine di prova

Zona legatori scoperti

 

Immagine di prova

Zona legatori coperti

 

Immagine di prova